Yellow Line - Logo e identity designer

Abstract

Il sito si propone come portfolio digitale per la mia attività di designer. La funzione principale è quella di presentare i miei lavori e lo studio dietro a ogni progetto, il processo che richiede un segno apparentemente semplice.
Nelle pagine dedicate si possono trovare i dettagli di ogni progetto grafico, con colori, font e elementi aggiuntivi trattati il più chiaramente possibile; per risultare immediati ai potenziali clienti (idealmente titolari di PMI o start-up), esterni al mondo del design, ma anche per poter essere apprezzati da altri professionisti del settore, che ne comprendono meglio i meccanismi.

Project Management Plan

Benchmarking

  • Il sito è realizzato per fungere da portfolio, una vetrina per il mio lavoro da logo designer. L’intenzione è quella di mostrare una parte del processo creativo e crearmi una reputazione professionale.
  • Il target primario è costituito da piccolo-medio imprese interessate a creare un’identità visiva professionale per le loro attività.
  • I siti presi in esame sono principalmente di altri liberi professionisti, in quanto le agenzie si occupano solitamente di una fascia più ampia di attività, invece di specializzarsi su un singolo settore.
    Nello specifico i competitor analizzati sono:
  • Valerio Labaro
    www.valeriolabaro.com
    Il sito è ben fatto e i casi studio sono descritti nel dettaglio, ma lo stile grafico delle pagine dei lavori a mio avviso differisce troppo l’uno dall’altro, dando un senso di smarrimento. Inoltre trovo la comunicazione un po’ fredda e aggressiva, improntata troppo alla call to action del contatto.

    Lorenzo Miglietta
    www.lorenzomiglietta.com
    La comunicazione e lo stile grafico sono coerenti per tutto il sito e anche sui canali esterni, creando una forte brand identity, lo user journey è ben strutturato, con la home come disambiguazione e call to action specifiche in ogni pagina. Il sito è in italiano, ma i casi studio sono scritti in inglese, creando un po’ di confusione; la home e la pagina dei contatti si aprono con un banner nero un po’ pesante alla vista.

    Jeroen van Eerden
    www.jeroenvaneerden.nl
    Graficamente impeccabile e i casi studio eccellenti, ma il sito è lento a caricare. User journey inesistente data la mancanza di call to action che rimandano alle altre pagine del sito. Il portfolio e i casi studio sono separati e senza collegamenti. La pagina delle recensioni è superflua, potrebbe essere accorpata alla pagina dei contatti, che è invece fin troppo sintetica e lascia la mail come solo canale di contatto.

    Paulius Kairevicius
    www.logopaul.com
    Essenziale e funzionale, con sole tre pagine non c’è possibilità di perdersi nella navigazione. La terza persona usata nella home contrasta con la prima persona usata nella sezione “about”, creando incoerenza nella comunicazione. I link ai casi studio portano a un sito esterno.

Struttura
e layout

Il sito è stato realizzato per essere il più semplice e fruibile possibile, con animazioni essenziali ma comunque d’impatto. La palette colori generale del sito è funzionale per aumentare al massimo contrasto e leggibilità, con elementi gialli tipici del brand Yellow Line. Il font usato è il Lato, un font particolarmente adatto per il web e con molte varianti, che funziona bene sia in piccole che grandi dimensioni.
Il resto del sito è progettato per rendere protagonisti i lavori, adottando i loro colori, ma sempre mantenendo coerenza nel layout grafico.

Linguaggi
e strumenti

  • Per la realizzazione della pagina ho usato HTML5, CSS3 e Javascript.
  • Per semplificare il lavoro ho fatto ricorso a librerie di codice come Flexbox, Bootstrap e AOS (Animate On Scroll), ho fatto ricorso anche al tool Juxtapose JS e ho incorporato il font tramite Google Fonts.

Communication strategy

Background

I siti analizzati tendono a essere poco o per niente pubblicizzati, in quanto i proprietari prediligono la comunicazione tramite social network. I siti allora perdono lo scopo di attrarre clienti, ma rimangono punti di riferimento per i colleghi di settore come fonte di ispirazione e informazione, grazie anche alla sezione blog di alcuni.
Sotto questo punto di vista sono sicuramente efficaci, come dimostrano i numeri delle community che sono riusciti a costruire, ma per quanto riguarda la lead generation, la maggior parte risultano o dispersivi o troppo settoriali.

Obbiettivi
comunicativi

Scopo del sito è fare da supporto ai canali esterni (social e passaparola soprattutto), un mezzo di promozione che si colloca come ultima tappa prima del contatto con il cliente. Per questo il sito si incentra sui soli lavori e fornisce una breve spiegazione dei miei servizi, senza dilungarsi sulle mie competenze e skills.
Obbiettivi principali del sito sono dunque generare traffico per pubblicizzarmi e trasformare gli utenti in clienti.

Target audience
e messaggio

  • Il target audience primario sono proprietari di piccolo-medio imprese e start-up che vogliono un’identità visiva per distinguersi sul mercato. Idealmente mi hanno già conosciuto attraverso altri canali e sono sul sito per vedere il mio stile e di quali servizi usufruire.
    Il sito può essere fruito anche da altri tipi di aziende e da altri professionisti del settore in cerca di collaboratori o ispirazione.
  • I portfolio digitali si dividono tra siti web come questo e servizi esterni come Behance o Dribbble, spesso i lavori vengono pubblicati anche sulle pagine dei maggiori social network.
  • Per raggiungere una audience più vasta è possibile pubblicizzare la pubblicazione del sito sulle pagine social e su gruppi dedicati, per poi ripetere l’operazione ogni volta che i contenuti vengono aggiornati. Può essere utile inserire l’indirizzo del sito su eventuale materiale grafico aggiuntivo.
  • L’ostacolo maggiore è la scarsa considerazione data al settore della comunicazione visiva, soprattutto nei mercati minori, dove viene considerata una spesa superflua.
  • Scopo principale del sito è essere strumento di promozione del mio lavoro.
  • Il target audience dovrebbe scoprire quali sono i miei servizi e quale è il mio stile grafico e processo di lavoro.
  • L’utente dovrebbe capire le difficoltà del lavoro e i vantaggi dell’assumere un professionista per le proprie esigenze.
  • Il target, dopo la navigazione del sito, dovrebbe essere in grado di decidere se il mio stile e la mia creatività sono adatti alle sue necessità e nel caso contattarmi.

Promozione

Il sito verrà promosso tramite pubblicazioni periodiche sui social network e tramite passaparola.
Sono stati realizzati anche gadget come magliette e mascherine con il logo Yellow Line e il sito.

yellow line mockup

Valutazione
dei risultati

Dalla pubblicazione il sito ha ricevuto più di 100 visite, con picchi di utenza in corrispondenza della pubblicizzazione sui social e mi è stato affidato un nuovo progetto.

yellow line analytics yellow line likes